logo

Mercoledì 23 Ottobre 2019
Ore 09:30

Oggi, mercoledì 23 ottobre, a Santa Croce sull’Arno (Pi), si è tenuta l’inaugurazione dell’opera #GIOMmy dell’artista Giovanni da Monreale.
Tale statua, raffigurante un bambino seduto sulla panchina intento a giocare ad un videogame sullo smartphone, è stata commissionata da Masoni Industria Conciaria S.p.A. come regalo al proprio Comune.
All’evento hanno preso parte, oltre al titolare Fabrizio Masoni, il Sindaco Giulia Deidda con l’assessore alle politiche educative e culturali Elisa Bertelli, Sofia Capuano responsabile U.O. servizi educativi, l’artista stesso, lo YouTuber / Instagrammer fiorentino WikiPedro, chiamato a raccontare il punto di vista dei giovani ed alcune classi dell’Istituto comprensivo di Santa Croce sull’Arno.
Il creatore della scultura, nativo siciliano trapiantato in Toscana dal 2002 per completare gli studi all’Accademia di Belle Arti, ha collaborato per anni con artisti e laboratori dell’area Apuo-Versiliese ed ha fondato la propria officina-laboratorio a Pietrasanta.
Proprio nella sua città ha installato il primo progetto di recupero urbano nel 2013.
Inquadrato come “Urban Artist” le sue sculture in vetroresina si trovano a Bologna, Torino, Livorno, Genova, Lucca e rientrano nell’ambito della “Street Art 3D”.
Dal 2016 due sue opere; “N. 8” e “N. 17” fanno parte del Parco Internazionale della Scultura Contemporanea di Pietrasanta.
Le opere di Giovanni da Monreale rappresentano semplici scene di vita quotidiana e prendono il titolo di “Games”.
L’intero progetto si pone la volontà di far riflettere sul nostro tempo e coglie l’esigenza di dare nuova luce ed energia ai centri urbani.
L’azienda Masoni Industria Conciaria S.p.A., da sempre attenta a tematiche sociali e culturali, ha deciso di regalare ed installare l’opera #GIOMmy nella piazza dove ha sede la propria attività. GIOMmy è il connubio tra street-art, tecnologia e sociologia.
L’uso dei devices è entrato a far parte nella quotidianità di tutte le generazioni: i giovani giocano ed esplorano il mondo del web, i genitori li usano per dialogare tra loro e per avere un filo diretto con i figli, la terza età per rimanere attivi leggendo e-book, curiosando i profili di figli e nipoti.
I social, in poco tempo, hanno cambiato le dinamiche relazionali delle vecchie generazioni e hanno fortemente influenzato lo sviluppo delle nuove, segnando una rivoluzione radicale della comunicazione.
L’opera vuole far riflettere su come possa prendere forma il futuro dei giovani.
“Games” mette inesorabilmente di fronte alla popolazione la quotidianità, senza condannarla ma lasciando a tutti libero arbitrio di interpretare e capire come poter giovare di questo epocale cambiamento.
L’evento è stato patrocinato dal comune di Santa Croce sull’Arno.

Sono intervenuti:

FABRIZIO MASONI
Masoni Industria Conciaria S.p.A.

GIULIA DEIDDA
Sindaco Comune di Santa Croce sull’Arno

ELISA BERTELLI
Assessore alle Politiche Educative e Culturali Comune di Santa Croce sull’Arno

SOFIA CAPUANO
Responsabile U.O. Servizi Educativi

GIOVANNI DA MONREALE
Artista creatore dell’opera

WIKIPEDRO
YouTuber / IGER / Personaggio pubblico